Cultura e territorio

  • Stampa

Gonfalone di GrantolaORIGINE DEL NOME

Grantola, attestato come Grantora nel XIII, è un nome nato in epoca indoeuropea (allorché esistevano entrambe le parole che formano il composto, *ghrnto (terreno) e *olah (curva, svolta, piega), si è poi trasformato in *ghrnt[o]-olâ (epoca tardoindoeuropea), poi in *grantolâ (epoca celtica), rimasto tale e quale in gallico e assunto in latino come Grantola.

STORIA RECENTE

La nascita dello Stato Italiano riconobbe a Grantola lo status di Comune sotto la Provincia di Como. Tale condizione perdurò fino al 1927. Infatti con il Regio Decreto 11 dicembre 1927, n. 2480,  i comuni di Grantola, Bosco Valtravaglia e Montegrino furono riuniti in un unico comune, denominato Montegrino Valtravaglia.

Nel 1957, con il Decreto del Presidente della Repubblica 29 novembre 1956, n. 1562, il comune di Grantola fu ricostituito, a seguito di istanza presentata dai cittadini in data 15 febbraio 1948.

 

GONFALONE

Gonfalone troncato di bianco e di azzurro. Raffigura nella parte superiore, su sfondo azzurro, una chiesetta vista di spigolo, a ricordo della concessione dell’Imperatore Enrico di questa Terra al capitolo della Chiesa Milanese (anno 1149). Nella parte inferiore, su sfondo argento, è invece raffigurato un grappolo d’uva nera, a simboleggiare i vini prelibati che vengono raccolti dalle colture vinicole di queste terre.